“Percorsi di sviluppo di un’identità interculturale in ambienti integrati di apprendimento sulla scia dei referenziali per le lingue”

“Percorsi di sviluppo di un’identità interculturale in ambienti integrati di apprendimento sulla scia dei referenziali per le lingue”

Autore: 

in SERRAGIOTTO G. (a cura di), Il piacere di imparare, il piacere di insegnare
2006, pp. 115-142.

Il saggio di Dolci e Spinelli, inserito nel volume Il piacere di imparare, il piacere di insegnare a cura di G. Serragiotto, si propone di descrivere un percorso didattico per lo sviluppo di competenze linguistiche e culturali all’interno di un ambiente virtuale bilingue e biculturale. Il percorso didattico, sperimentato da due università statunitensi e un’università italiana costituisce una possibile realizzazione delle indicazioni delineate in alcuni referenziali per le lingue, in particolare nel QCER europeo, nel LOTE australiano e nei SFLL statunitensi. Il punto di partenza del saggio è proprio l’analisi comparata di questi tre referenziali, nei quali emerge la necessità che l’apprendimento delle lingue conduca anche allo sviluppo di una competenza interculturale, che consenta all’allievo di interagire consapevolmente ed appropriatamente in specifici contesti culturali. Dopo aver delineato le coordinate teoriche che fungono da sfondo al percorso didattico proposto, gli autori descrivono puntualmente i tratti essenziali del Progetto Incontro, che nelle sue due edizioni è durato dal 2002 al 2004. Il progetto consisteva nell’incontro di due classi di apprendenti di lingue diverse all’interno di un ambiente virtuale asincrono, nel quale poter dapprima socializzare e poi dividersi in gruppi per affrontare tematiche culturali secondo differenti punti di vista. Il saggio include sia il sillabo sia gli obiettivi didattici, dai quali si evince la complessità del Progetto Incontro, il quale prevedeva obiettivi a più livelli, che coinvolgevano la dimensione linguistica, interculturale, sociale e cognitiva. Nel complesso il saggio di Dolci e Spinelli offre un esempio didatticamente innovativo di come sia possibile coniugare qualità dell’apprendimento da un lato e piacere di imparare e di insegnare dall’altro. Come le affermazioni degli studenti riportate a conclusione del saggio mettono in luce, l’esperienza descritta si è rivelata un’indubbia occasione di crescita linguistica, interculturale, sociale e cognitiva, svoltasi all’interno di un ambiente positivo e stimolante a livello motivazionale.

daloiso@unive.it
Università di Venezia

Keywords: 

Laboratorio Itals newsletter

Iscriviti per rimanere sempre informato sui nostri corsi e le nostre Attivitá

Abbonamento a Laboratorio Itals newsletter feed

Contatti

Per informazioni contattaci ai seguenti recapiti


Per informazioni sui Master: