Dalla sociolinguistica alla glottodidattica

Dalla sociolinguistica alla glottodidattica

Autore: 

Torino, Utet Libreria, 2002.

Sociolinguistica e glottodidattica sono discipline che, al di là di un’apparente distanza, ad un esame più attento risultano invece condividere non solo sviluppi storici analoghi, ma anche alcuni importanti aspetti epistemologici: il volume individua un punto di contatto tra le diverse prospettive offerte dalle due discipline.

Attraverso un linguaggio scientifico, ma di facile accesso anche ai non specialisti, e mediante il ricorso a numerosissimi esempi relativi ad altrettanto variegati contesti, che servono a chiarire nel concreto quanto illustrato in termini teorici, il lettore viene guidato ad una sempre maggiore comprensione dei princìpi della sociolinguistici e viene progressivamente dotato degli strumenti concettuali indispensabili per analizzare in autonomia i diversi fenomeni e le diverse realtà, anche quelle non esplicitamente trattate dal testo. Vengono in questo modo, discussi, solo per citarne alcuni, il concetto di lingua, di dialetto e di varietà, i rapporti tra codici linguistici (in situazioni di bilinguismo e diglossia), le diverse tipologie di variazione, il contatto linguistico.

Due capitoli sono poi dedicati ai problemi della politica linguistica e a una dettagliata descrizione delle minoranze linguistiche storiche e recenti presenti in Italia e nei paesi membri dell’Unione Europea. Molti dei concetti vengono presentati non solo nella loro versione più “classica”, ma anche in una luce innovativa e, in taluni casi, arricchita di nuove interpretazioni. Ma il dato sicuramente più significativo è che, per la prima volta, i princìpi sociolinguistici vengono reinterpretati con una finalità glottodidattica e ne vengono proposti alcuni impieghi per l’insegnamento delle lingue. Ciascuno dei primi sette capitoli, oltre che riferimenti glottodidattici interni, contiene una sezione interamente dedicata alla rielaborazione didattica di alcuni dei temi appena incontrati. Il volume si chiude poi con un capitolo che affronta il problema della definizione della competenza sociolinguistica in quanto componente della competenza comunicativa e quindi doveroso obiettivo dell’educazione linguistica in genere.

luise@unifi.it
Università di Firenze

Laboratorio Itals newsletter

Iscriviti per rimanere sempre informato sui nostri corsi e le nostre Attivitá

Abbonamento a Laboratorio Itals newsletter feed

Contatti

Per informazioni contattaci ai seguenti recapiti


Per informazioni sui Master: