Insulti e pregiudizi. Discriminazione etnica e turpiloquio in film, canzoni e giornali, Roma

Insulti e pregiudizi. Discriminazione etnica e turpiloquio in film, canzoni e giornali, Roma

Autore: 

Aracne, 2007, pagg. 256

Il turpiloquio e l’insulto fanno parte integrante della comunicazione in tutte le lingue e in tutte le culture. Rappresentano una componente ineluttabile e inevitabile del linguaggio umano, ma per molti anni, sono stati considerati ‘tabù’ e, pertanto solo di rado, almeno in passato, studiati in modo approfondito. Di recente, tuttavia, questo atteggiamento di chiusura si è di molto allentato, come testimonia il volume curato da Paola Nobili, docente presso l’Università di Bologna, che qui presentiamo. Nel primo capitolo, la curatrice stessa, dopo una stimolante introduzione sulla funzione sociale del turpiloquio, ne analizza il suo impiego nel film Lenny, affrontando anche il problema della traduzione degli insulti di matrice etnica. Il secondo capitolo, scritto da Gabriele Azzaro, tratta il tema: “Insultare l’altro sugli schermi anglo-americani” ed è basato sull’attenta analisi di un vasto numero di corpora filmici e televisivi. Il terzo capitolo, dovuto a Paola Polselli, riporta l’attenzione sull’impiego delle offese nel cinema italiano dagli anni Sessanta ad oggi, sottolineando come i riferimenti ingiuriosi rimandino soprattutto alla disponibilità sessuale della donna o alla preferenza omossessuale dell’uomo, ma molto frequenti siano anche quelli a sfondo etnico. L’argot dei giovani e la poesia rude delle banlieues francesi in testi filmici e musicali costituiscono l’oggetto di studio del quarto capitolo di Michèle Cohen. Molto interessante è l’analisi di testi di musica rap, nei quali emerge il retaggio della dominazione coloniale e del razzismo di ritorno che ne deriva. L’ultimo capitolo, scritto da Elena Malavolti, ricerca le “Discriminazioni razziali nella carta stampata”, analizzando corpora tratti dalle edizioni del quotidiano La Repubblica dal 1985 al 2000 In un’epoca in cui i rapporti interculturali sono entrati nella nostra quotidianità, una riflessione approfondita, trasversale nello spazio e nel tempo, come quella proposta da questo stimolante volume sulle ragioni stereotipiche e pregiudiziali che stanno alla base di turpiloquio e insulti verso chi è diverso da noi, rappresenta uno strumento utilissimo di comprensione di talune dinamiche comunicative e sociali.

matteo.santipolo@unipd.it
Università di Padova

Laboratorio Itals newsletter

Iscriviti per rimanere sempre informato sui nostri corsi e le nostre Attivitá

Abbonamento a Laboratorio Itals newsletter feed

Contatti

Per informazioni contattaci ai seguenti recapiti


Per informazioni sui Master: