Valutare e certificare l’italiano di stranieri – I livelli iniziali

Valutare e certificare l’italiano di stranieri – I livelli iniziali

Guerra Edizioni, Perugia 2003, pp. 319

Il Quadro comune europeo per le lingue è uno strumento di immediata applicabilità didattica per ogni soggetto impegnato nella formazione linguistica, e un punto di riferimento essenziale per la definizione dei curricoli di studio, dei percorsi di formazione dei docenti e delle certificazioni della competenza linguistico-comunicativa. In quest’ultimo settore la proposta del documento europeo evidenzia tutta la sua portata: per gli enti certificatori è importante avere un modello comune di riferimento per scalare i livelli rispetto ai quali definire i parametri di valutazione della competenza. La questione è più complessa nel profilo delle competenze di base (A1 e A2) per le quali è necessario chiedersi se possa essere garantita la spendibilità sociale della competenza. Il volume affronta tale questione, analizzando la possibilità di certificare tali livelli di competenza secondo i parametri stabiliti dal Framework, e proponendo risposte concrete sul piano delle modalità di certificazione. In particolare, la proposta di moduli certificatori che viene fatta nel volume si collega al quadro generale della CILS – Certificazione di Italiano come Lingua Straniera dell’Università per Stranieri di Siena.

Il volume si articola in tre sezioni, ciascuna delle quali è frutto di discussione comune, che deriva la propria unitarietà dall’essere parte di una linea comune di tesi di specializzazione. La prima sezione presenta una ricognizione sui concetti fondamentali della certificazione, sulle certificazioni italiane e quelle delle lingue straniere più diffuse, con particolare attenzione alla trattazione dei livelli iniziali, e sui risultati conseguiti dalla linguistica acquisizionale nello studio degli stadi iniziali di apprendimento dell’italiano L2, in relazione ai quali viene inquadrata ogni parte del sillabo. La seconda sezione è dedicata alla definizione del sillabo della certificazione CILS per i livelli A1 e A2. Dopo aver fornito un modello generale di certificazione, vengono analizzate le esigenze di alcuni pubblici dell’italiano L2, potenzialmente interessati alla certificazione di livello A1 e A2, e ne vengono selezionati sei per i quali vengono proposti i moduli certificatori con i relativi sillabi. La terza sezione contiene materiali e prove di certificazione per i diversi pubblici individuati nella sezione precedente: si tratta di test e di altri prodotti che gli insegnanti possono utilizzare in vario modo, ad esempio per costruire percorsi generali di formazione oppure per preparare gli studenti agli esami CILS A1 e CILS A2.

s.gracci@humnet.unipi.it
Università di Pisa

Keywords: 

Laboratorio Itals newsletter

Iscriviti per rimanere sempre informato sui nostri corsi e le nostre Attivitá

Abbonamento a Laboratorio Itals newsletter feed

Contatti

Per informazioni contattaci ai seguenti recapiti


Per informazioni sui Master: