Verso l’italiano. Percorsi e strategie di acquisizione.

Verso l’italiano. Percorsi e strategie di acquisizione.

Roma, Carocci, 2004

Questa raccolta di saggi appartiene all’universo della linguistica dell’acquisizione, ma viene presentato in questa sede perché molti dei suoi saggi hanno ricaduta glottodidattica evidente e perché ci sono due contributi (Lo Duca e Vedovelli-Villarini, schedati autonomamente) che tracciano un interessante percorso di raccordo tra linguistica acquisizionale e glottodidattica dell’italiano come lingua seconda. La prima sezione del volume comprende due interventi (Giacalone Ramat e Adorno-Bernini) che offrono un quadro teorico di riferimento per chi si accosti alle prospettive acquisizionali, al modo in cui “la capacità umana costruisce un sistema linguistico” (p. 17). La seconda sezione analizza l’acquisizione della morfologia del nome (Chini-Ferraris), con attenzione particolare ai problemi dell’attribuzione di genere e numero; il percorso di acquisizione del sistema verbale italiano (Banfi-Bernini - un saggio fondamentale visto il ruolo del verbo nel processo acquisitivo); i problemi della sintassi della frase e della testualità. Un saggio a più mani raccorda i saggi acquisizionali a quelli glottodidattici che chiudono il volume, confrontando i processi di acquisizione di italiano L1 e L2. Al suo interno si fa notare che, sebbene vi siano delle simmetrie, si possono notare anche delle significative differenze, sia perché l’urgenza pragmatica dell’italiano L2 è ignota al bambino madrelingua L1 (che sta costruendo il suo primo sistema linguistico), sia perché i percorsi cognitivi del bambino in termini di conoscenza dichiarative e procedurali sono molto diversi da quelli dell’adulto. Gli ultimi due saggi, nettamente glottodidattici, sono schedati autonomamente e riguardano una aspetto particolare (il “narrare” in italiano L2, ad opera di Lo Duca) ed un’analisi delle sequenze sintattiche nei materiali di italiano L2 (condotta da Vedovelli e Villarini). Il volume si rifà al “progetto Pavia”, che ha fondato la linguistica dell’acquisizione dell’italiano, ed è corposo, complesso, molto articolato; lo studio di questi saggi richiede da parte del lettore una pre-conoscenza della logica propria di questo ambito di studi, oltre che di linguistica generale.

fabiocaon@inwind.it
Università di Venezia

Laboratorio Itals newsletter

Iscriviti per rimanere sempre informato sui nostri corsi e le nostre Attivitá

Abbonamento a Laboratorio Itals newsletter feed

Contatti

Per informazioni contattaci ai seguenti recapiti


Per informazioni sui Master: