Febbraio 2013  Supplemento alla rivista EL.LE - ISSN: 2280-6792
Direttore Responsabile: Paolo E. Balboni
Facciamone di tutti i colori. Unità didattica su modi di dire relativi ai colori di Laura Lascialfare

 

Obiettivi

Riflettere su come molte parole cambiano la loro valenza mantenendo il loro significato intrinseco;

Comprendere il significato metaforico di alcune forme idiomatiche;

Scrivere un testo narrativo utilizzando le frasi idiomatiche apprese.

Livello

A2

Durata

2 ore

Prima della lezione

Preparare i cartoncini con le immagini che si trovano nella lettura Per esempio:

 

 

OPERAI

IMPIEGATI

 

 

RENDERE LA VITA DIFFICILE A QUALCUNO

 

 

 

 

Svolgimento

Motivazione

 

Scrivere due frasi alla lavagna:

 

Le pere e le mele sono frutti invernali

Mi dispiace non ce la facciamo più, siamo arrivati alla frutta

 

Riflettere con la classe sul significato di “frutta” nelle due frasi e far notare che la parola nonostante abbia lo stesso significato intrinseco ha una differente valenza.

 

Proseguire la fase della motivazione:

  • Noi vediamo con gli occhi un colore e immediatamente lo abbiniamo a una parola: bianco, nero, rosso, ecc. Ma non sempre quando usiamo il nome del colore vogliamo indicare quello che si vede con gli occhi. Per esempio cosa pensate quando dico rosso? Alla passione, all’ira, al sangue, ecc. E il nero a cosa l’abbiniamo? Il bianco? Il giallo? L’azzurro? ecc.

  • Sensibilizzare gli studenti sul fatto che se si sbaglia a scegliere una parola o un colore si potrebbe essere fraintesi e dire qualcosa di diverso rispetto a quello che si intende comunicare.

 

Globalità

 

  • Si consegna il testo scritto ad hoc per presentare le differenti connotazioni che assumono i nomi dei colori nella cultura italiana.

  • Si distribuiscono i ruoli dei vari personaggi.

  • Si attaccano alla lavagna i cartoncini con le immagini ricollegabili alla lettura.

  • Si spiega che le frasi scritte in corsivo con accanto un’immagine sono frasi idiomatiche nelle quali il colore cambia la sua connotazione originale e assume un diverso significato. Loro dovranno abbinare le immagini (testo/lavagna) e cercare di capirne il significato.

 

Globalità/analisi

 

  • Si fa una prima lettura a voce alta distribuendo i ruoli agli studenti. Si chiariscono tutti i dubbi lessicali e grammaticali.

  • Si legge il testo una seconda volta, sempre a voce alta, scambiando i ruoli e si chiede di dare ad ogni personaggio l’intonazione corretta.

 

 

Sintesi

 

  • Finita le lettura, si tracciano alla lavagna tante colonne quanti sono i colori trovati e si chiede di scrivere le frasi idiomatiche che riguardano quel colore e trovare, se c’è, l’equivalente nella lingua madre dell’allievo.

 

Verifica

 

  • Si divide la classe in piccoli gruppi (dalle 3 alle 5 persone) e si chiede di scrivere una breve storia usando dalle 3 alle 5 frasi idiomatiche appena considerate.

  • Ogni gruppo, attraverso il suo portavoce, legge la composizione a voce alta e alla fine dell’attività gli alunni giudicheranno i lavori. Il più simpatico, il più originale, il più corretto vincerà premio deciso dall’insegnante

  • A questo punto possiamo concludere con un’ennesima frase idiomatica: ne abbiamo fatte passare di tutti i colori ai nostri studenti

Note

Il testo può essere adattato alle esigenze di ogni singolo insegnante (ridotto, modificato, ecc.).

 

 

TESTO

DURANTE UNA RIUNIONE SINDACALE

Il consiglio direttivo ha deciso di chiudere due reparti della fabbrica e le tute blu , dopo un’accesa riunione, hanno deciso di organizzare uno sciopero. A loro volta i colletti bianchi stanno discutendo per decidere cosa fare.

Ragioniere Carletti, padre di famiglia: “ Se scioperiamo insieme agli operai, i padroni ci faranno vedere i sorci verdi , dovremmo aspettarci delle ritorsioni, ci potrebbero perfino licenziare e non potremo più portare i nostri figli alla settimana bianca”.

Ragioniere Filini, sposato da poco con una bellissima ragazza e per questo invidiato dai colleghi: “Sono molte le notti che passo in bianco per la preoccupazione. E se fosse una scusa per chiudere tutta la fabbrica? Io vedo un futuro nero, molto nero. Vi ricordate la canzone di Celentano , Chi non lavora non fa l’amore? Io non voglio fare la stessa fine, andare in bianco con mia moglie perché non ho più un lavoro. Cosa dice il sindacato?”.

Il Rappresentante sindacale, dopo aver chiuso il giallo che stava leggendo, rosso di rabbia per essere stato interrotto mentre stava per scoprire chi era l’assassino, prende la parola: “Cari colleghi, ho cercato di avere un appuntamento con l’Ing. Rossetti per chiedere spiegazioni ma l’ingegnere è peggio della primula rossa , non si trova mai. Secondo me passa più tempo davanti al tavolo verde o nei cinema a luci rosse che in ufficio. Lo diceva anche suo padre, il benemerito Ing. Capo, che il figlio era la pecora nera della famiglia. Ma se voi. mi date carta bianca , io vi prometto di chiedere un incontro con il Direttore Megagalattico per cercare una soluzione ai nostri problemi”.

La segretaria Roberta, accesa femminista anni ‘70, inizia a parlare: “Se nel sindacato ci fossero abbastanza rappresentanti femminili, la famosa quota rosa , sicuramente avremmo già trovato un accordo con la dirigenza. Noi donne, nonostante molti colleghi pensino che siamo interessate solo alla cronaca rosa dei rotocalchi femminili, siamo delle buone diplomatiche (basta vedere chi è che media sempre tra padri e figli) e sappiamo come ottenere quello che vogliamo”.

Ragioniere Filini: “Aspettiamo che il nostro sindacalista parli con i padroni e speriamo che una fumata bianca arrivi il prima possibile. Io, come molti altri colleghi, non posso perdere il lavoro. Il mio conto in banca è in rosso e già alla terza settimana del mese sono al verde più completo”.

Il rappresentante sindacale, rosso come un papavero per la vergogna di non aver fatto bene il proprio lavoro, conclude: “Cari colleghi, insisterò con la direzione perché metta tutto nero su bianco , ma se non arriveremo ad un accordo, ci rimane solo una strada da percorrere: sciopero ad oltranza con i nostri colleghi operai”. 

Laboratorio Itals newsletter

Iscriviti per rimanere sempre informato sui nostri corsi e le nostre Attivitá

Abbonamento a Laboratorio Itals newsletter feed

Contatti

Per informazioni contattaci ai seguenti recapiti


Per informazioni sui Master: