“L’umorismo verbale nella glottodidattica”

“L’umorismo verbale nella glottodidattica”

Autore: 

in A. MOLLICA, R. DOLCI, M. PICHIASSI (a cura di), Linguistica e glottodidattica. Studi in onore di Katerin Katerinov, 2008
Perugia, Guerra, pp. 311-339

Il saggio fa parte della serie di scritti in onore di Katerin Katerinov (vedi scheda) e si inserisce nel decennale lavoro che il glottodidatta italo-canadese Anthony Mollica ha dedicato all’elemento umoristico ed enigmistico nella didattica delle lingue. Lo scopo dell’integrazione di indovinelli, barzellette e così via nella didattica quotidiana è da un lato immediato, gioca a livello della motivazione momentanea, del piacere della battuta spiritosa, dall’altro ha una giustificazione più profonda, in parte simile a quella dell’uso dei proverbi (si veda il saggio di P. Desideri sulla paremiologia, nello stesso volume; cfr. scheda). L’umorismo, infatti, è una delle forme d’uso linguistico più legate alla cultura (che definisce che cosa è “ridicolo” o non) e richiede una enorme padronanza della lingua, della polisemia di alcune parole, delle omofonie, e così via. Molto del saggio di A. Mollica è dedicato alla tipologia dei vari tipi di umorismo verbale (o verbo-visivo, come nelle vignette), enucleandone le caratteristiche di genere e smontandone i meccanismi che generano l’umorismo. Il saggio (indubbiamente di piacevolissima lettura) tuttavia non focalizza questi elementi costitutivi quanto piuttosto quelli culturali, da un lato, e le potenzialità di arricchimento lessicale, dall’altro; inoltre, si distingue dalla maggior parte dei saggi raccolti nel volume, di cui l’A. è anche curatore, per il suo essere rivolto al docente di lingua (italiano a stranieri, nel caso specifico) piuttosto che allo studioso.

fabiocaon@inwind.it
Università di Venezia

Laboratorio Itals newsletter

Iscriviti per rimanere sempre informato sui nostri corsi e le nostre Attivitá

Abbonamento a Laboratorio Itals newsletter feed

Contatti

Per informazioni contattaci ai seguenti recapiti


Per informazioni sui Master: