Scrivere per comunicare

Scrivere per comunicare

Autore: 

Milano, Bompiani, 1999, p. 255

"[…] per imparare ad ascoltare e a parlare, almeno per le necessità legate alla sopravvivenza immediata, può anche bastare l'inserimento in situazioni comunicative quotidiane. Per imparare a leggere e a scrivere, anche solo per fronteggiare le esigenze più comuni della vita associata, è necessario invece avere appreso alcune tecniche e saperle mettere in pratica." (pag. 1). E' proprio dal riconoscimento del bisogno di un approccio formale che consenta l'acquisizione di queste tecniche, e specificamente di quelle per lo sviluppo dell'abilità linguistica dello scrivere, che nasce il volume in questione curato da Gabriele Pallotti. Destinatari dell'opera sono pertanto studenti universitari o degli anni conclusivi della scuola superiore, ma anche tutti coloro che, per ragioni professionali o per puro interesse personale, desiderano pervenire ad un'elevata competenza nella comunicazione scritta. Il volume può essere diviso in due parti abbastanza chiaramente riconoscibili. Nella prima, costituita dai capitoli 1-3, si forniscono i principi teorici dello scrivere, passando da un'analisi frasale (con approfondimenti su grammatica, morfo-sintassi, lessico, punteggiatura) ad una testuale (organizzazione logico-concettuale dei testi, tipi testuali, ecc.). Il quarto capitolo funge da ponte con la seconda parte, fornendo anche una serie di esercizi pratici sulla trasformazione dei testi. Gli ultimi quattro capitoli trattano della titolazione e delle immagini nella stampa quotidiana (capitolo 5), dei testi pubblicitari (capitolo 6), della scrittura giornalistica (capitolo 7) e della scrittura accademica (capitolo 8). Il tutto viene corredato da ampie ed esaurienti esemplificazioni tratte e riportate da materiali autentici con commenti ed analisi dettagliate nonché con esercizi di manipolazione testuale e d'altro genere. È forse questa connotazione a metà strada tra il teorico e il pratico, che, se da un lato rende il volume di difficile classificazione come trattato o manuale, dall'altro ne costituisce la ricchezza principale e fa sì che esso possa rappresentare un valido strumento per l'ampliamento della propria competenza nel comunicare, con sempre maggiore efficacia, per iscritto

matteo.santipolo@unipd.it
Università di Padova

Keywords: 

Laboratorio Itals newsletter

Iscriviti per rimanere sempre informato sui nostri corsi e le nostre Attivitá

Abbonamento a Laboratorio Itals newsletter feed

Contatti

Per informazioni contattaci ai seguenti recapiti


Per informazioni sui Master: