Un portfolio delle lingue per la scuola dell’infanzia: il caso di LiReMar

Un portfolio delle lingue per la scuola dell’infanzia: il caso di LiReMar

Autore: 

In Frignani P., Galliani L., Pedroni M., Poletti G. (a cura di), Atti del Convegno
Università degli Studi di Ferrara, 2004

L’ indubbio valore del saggio, di particolare interesse per chi è coinvolto come docente o ricercatore nell’ambito dell’insegnamento linguistico in età precoce, è costituito dall’indagine delle linee guida per la realizzazione di un portfolio linguistico elettronico, sul modello del PEL, da adottare con apprendenti di LS nella scuola dell’infanzia.

Il portfolio parlante, avente come obiettivo la documentazione dell’apprendimento della LS, costituisce una proposta realmente innovativa nell’ambito delle modalità di valutazione per studenti di LS in età precoce. Il progetto, che nasce dalla ricerca condotta dal gruppo Puck & Co. coordinato da Sisti e attivo nell’ambito del progetto LIReMar (la lingua inglese in rete nella regione Marche), si propone di coniugare le potenzialità glottodidattiche offerte dalla multimedialità con il processo di valutazione dell’insegnamento /apprendimento della LS in età precoce realizzato mediante la metodologia del format elaborata dal gruppo LiReMar. Informativa ed accurata l’analisi del modello sperimentale del portfolio parlante offerta dal saggio. All’interno di un quadro teorico generale caratterizzato dall’approccio olodinamico e improntato ad una didattica centrata sullo studente, il portfolio elettronico contempla l’elaborazione della biografia linguistica dei giovani apprendenti mediante la simulazione di un dialogo condotto tra Puck, protagonista dei format, e il discente. La scheda valutativa, che si concentra solo sulle abilità orali degli apprendenti, assolverebbe in qualità di database anche alla funzione di verifica. Il giovane apprendente è qui guidato al riutilizzo in modo spontaneo ed in contesti familiari delle funzioni linguistiche contenute nei format. Particolare attenzione è posta dagli ideatori del portfolio alla componente sociolinguistica. L’approccio ludico alla valutazione a cui è improntato il portfolio parlante permetterebbe inoltre di produrre un washback positivo nel giovane fruitore. Innovativo e completo risulta anche il dossier che prevede l’inclusione di materiali audio e video in LS prodotti dai discenti. Rispettoso della centralità dell’apprendente il portfolio parlante si delinea indubbiamente come un prezioso strumento di verifica e valutazione degli apprendimenti linguistici in età precoce.

giocarloni@hotmail.com
Università di Urbino

Keywords: 

Laboratorio Itals newsletter

Iscriviti per rimanere sempre informato sui nostri corsi e le nostre Attivitá

Abbonamento a Laboratorio Itals newsletter feed

Contatti

Per informazioni contattaci ai seguenti recapiti


Per informazioni sui Master: